TAT 038 – Bigger, Longer & Uncut

Undead Ale e Undead LagerIn studio Francesco.

Intervista esclusiva a Simone Graziani: grafico, illustratore e sifilone. L’uomo che dietro alle quinte lavora alla nuova grafica di TA.

In questa puntata di Tecnica Arcana Telegrafica parliamo di :

Buon Compleanno World Wide Web

Dvorak Likes Linux

An Infamous Cyber-Cynic Falls In Love With Linux

Uno sconosciuto si intrufola in casa di David Prager (Revision 3), che trasmette il video in diretta e fa la cronaca su Twitter. (anche su youtube)

Google Voice (le trascrizioni sono limitate alla voice mail, e non alle conversazioni come erroneamente indicato nel podcast)

Resident Evil 5 (su Gamespot)

Arriva il cacciavite ad ultracondensatore, guarda la recensione di Leo Laporte o costruisci il tuo.

Eventi:

Workshop LaTeX – 8 Aprile 2009 – Politecnico di Milano

FRU ’09 – Festival delle Radio Universitarie – 21/22 Maggio 2009 – Università di Salerno

Mailbox:

Frankenstein Steampunk Case (via Claudio, Paolo “da Trieste”)

Chitarra Steampunk (via Antonio)

Telefono cellulare Steampunk (via Jean)

BOINC : Floss Weekly 60, intervista a David Anderson

Citati: simoNe graziaNi’s Narcotic fashioN circusAll About Apple, Aizercast, Wiz and Chips

Tecnica Arcana è sponsorizzato da Birra Benny. La sua freschezza, il gusto deciso con un delicato sentore di conceria allieterebbe le vostre serate, se solo non fosse così esclusiva. Birra Benny: se non è in vendita ci sarà un motivo.

Musica utilizzata:
NyghtshadeMorticia’s Dance
Blazej Lindner Mindmixing / Electric Storm / Dance of Devil / Midnight Theme / Fast Forward

Tratta dal Podsafe Music Network


16 pensieri riguardo “TAT 038 – Bigger, Longer & Uncut”

  1. Complimenti Carlo e complimenti Francesco, come sempre un ottimo prodotto, interessante anche per chi, come me, considera “press play on tape” una stravagante formula alchemica 😉
    Grazie ancora per lo spazio concessomi e a presto tra tubi e ingranaggi.

  2. Grande podcast! Grande puntata! Ho fatto due passi sul sito di Simone, divertente… “press play on tape” chi? quelli che fanno le cover? la suoneria del mio cell è monkey 2 dei ppot.

    Latex? odi et amo… lo sto usando massivamente da circa 1 mese, per la mia tesi. Senza dubbio è unico per scrivere testi scientifici, ma va considerato un linguaggio vero e proprio!! Quando il Prof. mi disse di usare Latex pensai “Work, Latex, sarranno le stesse cose…” manco per niente! Certo ora che lo conosco mi mangio le mani di non averlo imparato prima, 8 anni di università a scrivere tesine e progetti in word che si impalla, che sbava i BMP e i JPG (Ora uso solo EPS) e con MSEquation Editor che sballa le equazioni (senza parlare di indici, riferimenti alle formule e alle figure, note a piè, sommario,…). Ora scazzotto ancora un pò per dettagli, tipo rendere il pdf ipertestuale… ma ci riusciro’! eheheh

    Per il nome del podcast col dok, come vi consigliai in chat quella fatidica sera di compleanno, perchè non usare Rock Arcana Cast? O meglio RockArcaniCastItalia. Vabbè la butto li…

    Steampunk? interesante… se io fossi un novellino (se io fossi…), cosa mi consigliereste per entrare in questo omndo in grande stile?

    SETI@Home? lo usavo tempo fa quando non necessitava di boinc. Dovrei ricominciare…

    Ok. Vi saluto. vado a linkarvi su fb per diffondere il verbo…

  3. Bentornato!
    …Ma la prossima puntata deve essere TA LIVE perchè devo provare Skype con l’iPhone (scherzo 😉 )

    PS: Speravo che, vista la lunga assenza, li avessi trovati tu i sacchetti con i diamanti dimenticati a Savona…

  4. Carlo … che dire sempre meglio !!! inutile che ti dica sempre le stesse cose bla bla bla bla … il fatto e che sinceramente apprezzo il tuo podcast e lo spirito con cui lo conduci. SEMPRE MEGLIO !!!! Quando capiti in terre Toscane fermati a prendere una birra e fare du chiacchere Bona UGO ;).

    PS. Nel video quello dietro Leo Laporte non è un orologio? che segna le 14.18 anche dopo il cut?

    Ciao Ganzaccio!!!

  5. @Little Green Man: per cominciare con lo steampunk non posso che consigliarti Homunculus di James P. Blaylock, che è in assoluto il mio libro preferito, l’unico che leggo e rileggo senza mai stancarmi. Però credo non sia più in stampa (era della collana Gli Squali, Bompiani) magari riesci a trovarlo usato, sicuramente lo trovi in inglese (stesso titolo). Per trovare il seguito “la Macchina di Lord Kelvin” uscito solo come Urania (a meno di ristampe recenti) ho impiegato quasi 10 anni fermandomi ad ogni bancarella di libri usati. Purtroppo non n’è valsa la pena essendo parecchio inferiore all’originale. Il libro più classico del genere è “La macchina della realtà” di Gibson e Sterling, molto affascinante dal punto di vista scenografico, ma poco avvincente come storia se devo essere sincero. Questo dovresti trovarlo con una certa facilità. Per iniziare potresti provare anche “Steampunk” di Paul de Filippo, sono tre racconti non molto lunghi, con spunti interessanti, ma senza troppo slancio. Sempre valido rimane il consiglio di leggere qualcosa di H.G. Wells ispiratore del genere che non delude mai. Purtroppo molti libri Steampunk sono passati in edicola come Urania e sono difficili da trovare. Ad esempio vorrei leggere “Le macchine Infernali” di Jeter ma è un Urania anche questo!

    @Alex: purtroppo no, un gioielliere locale ne ha già rivendicato il possesso 🙁

    @L’illustrissimo: Non l’avrei mai detto! Una persona illustre come Lei che si dedica a certe pubblicazioni! 😉

    @Christian: Se passo, mi fermerò senz’altro. Non so dire di no alla birra e alle chiacchiere! Si è un orologio, lo avevo notato ma poi mi sono scordato di accennarne in trasmissione. Leo Laporte non pubblica direttamente i video su youtube, quindi la storia dei “30 minuti dopo” è da attribuire a chi ha inserito e montato il video, non ha aspettato veramente. 🙂

  6. caro carlo, che ne dici della nuova ubuntu 9.04? io sto provando l’ultima beta su un acer 5920 e funziona benissimo, è fantastica! A quando una bella puntata di TA dedicata? Un saluto 🙂

  7. Nooo, voglio anche io avere come sponsor la birra Benny! Come hai fatto Carlo? Nell’ambiente si vociferava da tempo di questa nuova birra, ma vista la sua esclusività non se ne è mai saputo di più. Almeno una bottiglia sotto banco devi darmela 🙂

    Ciao Carlo-san e Francesco-san

  8. @lotano:
    Ho provato rapidamente il liveCD di Kubuntu per dare un’occhiata a KDE 4.2, ma non l’ho ancora installata. Se ne riparla appena esce la versione definitiva!

    @prog2501:
    Caro Antonio, è stata una di quelle occasioni che capitano una volta nella vita e non me la sono lasciata scappare! La prestigiosa Birra Benny non offre seconde possibilità! 🙂
    Vedrò di spendere una buona parola con l’AD di Birra Benny, ma non posso promettere nulla! 😀

  9. Ciao Carlo,
    ti ringrazio per averci citato nei ringraziamenti li ho apprezzati tantissimo e mi sono sentito un VIP. Li ho fatti ascoltare anche a Marzia e anche lei era molto contenta. Mi ha fatto davvero molto piacere…

    A presto,

    Emanuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.